Ernährung, Kräuter Frau & Familie, Erziehung Frau & Film Frau & Gesellschaft Frau & Gesundheit Frau & Mode Donna & politica Frau & Politik Frau & Schönheit Frau & Veranstaltungen Frau & Vorbilder Frau & Wirtschaft Frau des Monats La donna del mese Frauen & Kunst & Musik Haushalt & Wirtschaften im www aufgeschnappt Interviews Männer News ichfrau News im Frauenmuseum Rubrik Tante Rosa Rubrica zia Rosa Rund ums Lesen Zitat zum Montag
Frauenmuseum | Museo delle donne

Tagged: moda

Da cosa nasce cosa, la rete con le scuole si allarga e arriva al comune di Jesi

0

È proprio nello spirito del Museo delle Donne tessere una rete allargata con altri istituti, associazioni, gruppi d’interesse e, come in questo caso, con le scuole.

Sono molte le classi scolastiche che vengono al museo per una visita guidata, che illustra loro le tappe fondamentali della storia femminile e gli aspetti riguardanti le lotte per l’emancipazione, approfondendo temi come i ruoli di genere, il lavoro di cura e gli ideali di bellezza come elementi di costrizione culturale. Alcune classi propongono, elaborano o approfondiscono questi temi all´interno di progetti scolastici interdisciplinari.

Alcune fra queste scuole allestiscono persino mostre all´interno delle vetrine dedicate agli ospiti del museo, mettendo in gioco i saperi, le riflessioni e la creatività delle studentesse e degli studenti.

Quest’anno la rete si è allargata arrivando a coinvolgere addirittura una scuola nella cittadina di Jesi, in provincia di Ancona. Le studentesse della quinta classe dell´indirizzo di Moda dell’Istituto d’Istruzione Superiore Marconi Pieralisi di Jesi, hanno allestito a marzo una bellissima mostra nelle sale del Comune di Jesi dal titolo “Più donne più libere: Trasformazioni della moda nel XX secolo”.

Grazie alla prof.ssa Paola Soverchia, che ha visitato il Museo delle Donne alcuni mesi prima, abbiamo organizzato per le studentesse una visita guidata online usando il tour in 3D del museo.

Imperfetta

0

L’agenzia di moda che propone un’immagine di donna autentica, libera e diversa.

Vuoi diventare una nuova musa di moda ma non ti senti all´altezza? Ora puoi farlo, visto che esistono sempre più agenzie di moda e pubblicitarie che cercano volti e corpi femminili particolari, che escono dagli schemi di bellezza standard, per rappresentare donne vere, genuine e belle proprio grazie alle loro imperfezioni. IMPERFETTA fa proprio al caso tuo, perché promuove donne di ogni forma, età, provenienza o colore della pelle, donne che mostrano con orgoglio smagliature post-parto o scarificazioni corporee dovute a operazioni, donne con tatuaggi, marchi particolari e volti stravaganti, donne con protesi o disabilità – tutte orgogliosamente uniche, tutte da far risaltare proprio per la loro particolare bellezza. Promuovere bellezze reali significa evitare alle nuove generazioni di aspirare a bellezze stereotipate o ritoccate, abbattere muri d’insicurezze, affinché le donne di domani possano provare a piacersi e apprezzarsi per quello che sono realmente e per quello che sanno fare.

Unisciti alla comunità di muse imperfette e ispira anche altre donne e ragazze a sentirsi belle nella propria pelle. Perché come ci ricorda l’agenzia IMPERFETTA: è nelle imperfezioni che vince la personalità!

Citazione del lunedì

0

Tutti gli inizi (di settimana) sono difficili ;-). Vogliamo renderveli un po’ più spensierati, con qualche buona citazione o battuta di spirito a volte profonde e a volte meno. Iodonna vi augura un buon inizio della settimana.

Oggi con una citazione della modella novantenne, fashion star e icona sui social Helen „Baddie“ Van Winkle. La nonna piú famosa su Instagram #baddiewinkle, con attualmente quasi 4 millioni di follower, vive e si gode la sua vita mostrando che „non si è mai troppo vecchi per fare qualcosa, fregatevene, siate voi stessi.

Ecco la nostra collezione di citazioni.

Yvonne Rauter

Inaugurazione vetrina degli ospiti: QOLLEZIONE – COLLECTING REDESIGNED TRADITIONS

0

Qollezione è un fashion label ideato da Anna Quinz e Fabio Dalvit, compagni nella vita e ora partner in questa avventura creativa. Appassionati collezionisti degli oggetti più disparati, Anna e Fabio hanno deciso di portare nella loro idea di moda una riflessione sul collezionismo.

L’immaginario culturale proprio dell’Alto Adige, terra d’origine del progetto è la realtà da cui Qollezione trae ispirazione. Tradizioni artigianali, materiali tipici, antichi complementi d’arredo, costumi del folklore, elementi decorativi e architettonici, colori e tratti del paesaggio locale: sono solo alcuni degli spunti creativi su cui ridisegnare una nuova linea.

La vetrina degli ospiti al Museo delle Donne diventa una sorta di Wunderkammer che mostri un po’ del percorso creativo, analitico ma anche affettivo, che sta dietro al concetto di Qollezione.

La ricerca della bellezza

0

La nostra donna del mese di settembre: Anna Quinz

„Non sto salvando il mondo in fondo, sto solo cercando di fare delle cose belle, per me e per gli altri.” Nell’intervista Anna Quinz ci racconta della fondazione di franzmagazine, da dove nascono le sue idee e delle sfide affrontate strada facendo.

Sei una donna delle idee, che metti poi anche in pratica. Quali sono state fino a qui le tappe della tua carriera?

La definizione “donna delle idee” mi piace molto, grazie. Perché appunto le idee sono il mio pane quotidiano. Insieme alle parole. Così inizialmente è nato cool_schrank (2007), un magazine free press di moda, poi franzmagazine (2010) che è stata la grande rivoluzione. Poi ancora, Josef (un libro di viaggi sull’Alto Adige, 2015) e Qollezione (2017), il brand di moda che ho creato con mio marito.